Do you need help? Please contact our support team from 9 to 17 CET via support.pressclub@bmwgroup.com.

PressClub Italia · Article.

Il BMW Group rimane sulla buona strada per il successo mentre la trasformazione continua

Zipse: "Prodotti interessanti sono la risposta migliore a un ambiente difficile" +++ La crescita della mobilità elettrica porta a maggiori riduzioni di CO2 +++ EBT di gruppo a € 20,3 miliardi nei primi nove mesi – Margine EBT 19,6% +++ Margine EBIT del terzo trimestre in target all'8,9% (esclusi gli effetti di consolidamento relativi alla BBA: 10,1%) +++ Free cash flow di € 9,9 miliardi per il segmento Automotive a settembre +++ Confermata la guidance per l'intero anno

Finanza, dati e fatti istituzionali
·
Affari istituzionali
·
Eventi istituzionali
 

Press Contact.

Marco Di Gregorio
BMW Group

Tel: +39-02-51610-088

send an e-mail

Downloads.

  
Attachments(1x, ~173,74 KB)
  
Photos(1x, ~4,71 MB)

Monaco. In un contesto economico non omogeneo, il BMW Group ha ancora una volta realizzato una forte performance operativa nel terzo trimestre. I suoi solidi dati finanziari testimoniano il successo economico dell'azienda nonostante l'aumento dei costi delle materie prime e dell'energia.

"Proporre prodotti interessanti è la migliore risposta a un ambiente difficile. Ci danno stabilità nel presente e creano prospettive di crescita per il futuro. Per questo motivo stiamo investendo sistematicamente nei cluster tecnologici della NEUE KLASSE. Crediamo fermamente che questi prodotti altamente innovativi porteranno la nostra offerta a un livello superiore", ha dichiarato giovedì Oliver Zipse, Presidente del Consiglio di Amministrazione di BMW AG. "I nostri solidi risultati nel terzo trimestre sottolineano che la flessibilità crea resilienza. Soprattutto in condizioni di volatilità, la nostra impronta equilibrata a livello globale e il nostro approccio aperto alla tecnologia si stanno rivelando un fattore di successo fondamentale. Ecco perché, dopo nove mesi, siamo sulla buona strada per raggiungere i nostri obiettivi annuali. Il successo di mercato dei nostri modelli completamente elettrici, in particolare, ci permette di guardare con fiducia ai prossimi mesi".

 

La crescita significativa delle vendite di veicoli completamente elettrici ed elettrificati si riflette anche nella diminuzione delle emissioni di CO2 nel parco veicoli nuovi in UE: il BMW Group potrebbe superare il suo precedente obiettivo e, sulla base dei dati attuali, ridurre le emissioni della sua flotta europea del 5-10% rispetto all'anno precedente. In precedenza, era stata prevista una leggera riduzione (fino a -4,9%).

 

Le consegne di veicoli completamente elettrici sono più che raddoppiate

Nell'anno fino alla fine di settembre, sostenuta dalla crescente domanda, l'azienda ha consegnato ai clienti oltre 128.000 veicoli elettrici, più del doppio rispetto allo stesso periodo del 2021 (128.195 unità; YTD sett. 2021:59.688 u./ +114,8%). Il terzo trimestre ha visto un aumento delle vendite e dei nuovi ordini per le BMW iX3*, iX e i4 e per la MINI Cooper SE*, che ha portato un grande numero ordini. Anche la nuova BMW i3, la versione a passo lungo della BMW Serie 3 berlina completamente elettrica, recentemente disponibile in Cina, è stata accolta positivamente dai clienti.

La nuova BMW X1 ha ottenuto un riscontro molto positivo alla sua recente anteprima mondiale, così come la nuova BMW Serie 7.

Entrambi i modelli sono disponibili con diverse varianti di propulsione: come veicoli elettrici puri (BEV), ibridi (PHEV) e con motori a benzina e diesel. La prima BMW i7s completamente elettrica* sarà lanciata a novembre, così come la BMW iX1* a trazione integrale. Per la prima volta sarà disponibile anche la BMW i4 eDrive35*, il nuovo modello entry-level della BMW Gran Coupé di fascia media completamente elettrica. A queste si aggiungeranno nel 2023 la BMW i5 e la Rolls-Royce Spectre completamente elettrica, presentata a ottobre.

Nonostante l'impatto delle interruzioni globali delle catene di fornitura e dei blocchi COVID in Cina, il BMW Group ha consegnato ai clienti un totale di 1.747.838 veicoli nei primi nove mesi. Ciò rappresenta una moderata diminuzione rispetto al massimo storico dell'anno precedente (YTD Q3/2021: 1.932.224 u./ -9,5%). Di conseguenza, il BMW Group rimane leader nel segmento premium in Germania e nel mondo. Con 587.744 veicoli consegnati ai clienti nel terzo trimestre, le vendite sono state pari a quelle dello scorso anno (T3/2021: 593.177 u./ -0,9%). Nel mese di settembre, il BMW Group ha registrato una solida crescita delle vendite del 6,6%, con 210.543 veicoli consegnati ai clienti. Il BMW Group ha confermato la propria guidance per l'intero anno 2022, puntando a vendite leggermente inferiori rispetto all'anno scorso e raddoppiando le consegne di veicoli completamente elettrici.

 

I ricavi raggiungono un nuovo livello

Nel terzo trimestre del 2022, il BMW Group ha portato i ricavi a un nuovo livello, raggiungendo 37.176 milioni di euro (3° trimestre del 2021: 27.471 milioni di euro/ +35,3%; rettificato per gli effetti della conversione valutaria: +27.4%). Anche i ricavi dei primi nove mesi dell'anno sono aumentati significativamente, raggiungendo i 103.088 milioni di euro (T3/2021: 82.831 milioni di euro/ +24,5%; dato corretto per gli effetti della conversione valutaria: +18.8%). A contribuire a questo risultato sono stati i solidi prezzi delle auto nuove e usate, un mix di prodotti favorevole e, in particolare, i ricavi della joint venture cinese BMW Brilliance Automotive Ltd. (BBA), consolidata integralmente dall'11 febbraio.

Anche il costo delle vendite è aumentato in modo significativo, a causa dell'aumento dei costi delle materie prime, dell'energia e dell'inclusione del costo delle vendite di BBA, nonché delle spese derivanti dal consolidamento completo dell'azienda, pari a 2,7 miliardi di euro.

Senza farsi scoraggiare dalle sfide macroeconomiche e geopolitiche, il BMW Group continua il suo percorso di trasformazione. Negli ultimi nove mesi, i costi di ricerca e sviluppo (in conformità agli IFRS) sono aumentati in modo significativo, raggiungendo i 4.885 milioni di euro (3° trimestre 2011: 4.337 milioni di euro/ +12,6%). L'indice di R&S, secondo il codice commerciale tedesco, si è attestato al 4,7% (T3/2021: 5,3%; T3/2022: 5,3%; T3/2021: 6,5%). La maggior parte dei costi di R&S è stata attribuita ai nuovi modelli, in particolare a quelli della NEUE KLASSE, nonché all'ulteriore elettrificazione e digitalizzazione del parco veicoli. Nel terzo trimestre, l'azienda ha anche presentato le sue nuove celle di batteria rotonde, che alimenteranno i modelli NEUE KLASSE completamente elettrici in modo ancora più efficiente.

Nel periodo di nove mesi il BMW Group ha investito altri 4.680 milioni di euro (T3/2021: 2.661 milioni di euro/ +75,9%; T3/2022: 1.751 milioni di euro; T3/2021: 952 milioni di euro/ +83,9%) in attrezzature e ampliamenti dei suoi stabilimenti. Questo importo riflette principalmente gli investimenti iniziali per lo sviluppo della mobilità elettrica e le spese in conto capitale di BBA a seguito del consolidamento completo. Nel quarto trimestre è previsto un ulteriore aumento dell'attività di investimento. Alla fine di settembre 2022, il capex ratio era pari al 4,5%.

L'EBT del Gruppo per il terzo trimestre è stato di 4.100 milioni di euro (T3/2021: 3.417 milioni di euro/ +20,0%). Dopo nove mesi, l'utile del Gruppo ha raggiunto i 20.256 milioni di euro (T3/2021: 13.153 milioni di euro/+54,0%). Il margine EBT del Gruppo si è attestato al 19,6% (T3/2021: 15,9%; T3/2022: 11,0%; T3/2021: 12,4%).

L'utile netto del Gruppo per i primi nove mesi ammonta a 16.407 milioni di euro (T3/2021: 10.207 milioni di euro/ +60,7%; T3/2022: 3.175 milioni di euro; T3/2021: 2.584 milioni di euro/ + 22,9%).

Grazie al consolidamento completo di BBA, i ricavi del Segmento Automotive sono aumentati significativamente nei primi nove mesi dell'anno, raggiungendo 89.031 milioni di euro (YTD Q3/2021: 70.373 milioni di euro/ +26,5%). Nel terzo trimestre, il segmento ha registrato un fatturato di 32.290 milioni di euro (T3/2021: 22.628 milioni di euro/+42,7%).

Il mix di prodotti di alto valore, i prezzi solidi dei veicoli nuovi e l'andamento stabile dei prezzi delle auto usate hanno continuato ad avere un effetto positivo.

Nei primi nove mesi dell'anno, e in particolare nel terzo trimestre, l'aumento dei costi dei materiali e della logistica ha influito sull'EBIT del segmento. Ciò riflette principalmente la limitata disponibilità di semiconduttori e le interruzioni della catena di fornitura, oltre all'aumento dei prezzi delle materie prime e dell'energia.

L'utile prima del risultato finanziario (EBIT) del segmento è stato pari a 7.703 milioni di euro per l'anno fino alla fine di settembre (T3/2021: 7.945 milioni di euro/ -3,0%; T3/2022: 2.873 milioni di euro; T3/2021: 1.756 milioni di euro/ + 63,6%). Il margine EBIT si è attestato all'8,7% per i primi nove mesi (T3/2021: 11,3%) e all'8,9% per il periodo luglio-settembre 2022 (T3/2021: 7,8%).

Escludendo gli effetti del consolidamento completo di BBA sull'EBIT del segmento, il margine EBIT per questo periodo è stato del 10,1% (YTD Q3/2021: 11,7%).

 

I risultati hanno beneficiato del contributo agli utili di BMW Brilliance Automotive Ltd., che è stata inclusa dopo il consolidamento completo di BBA l'11 febbraio 2022. Tuttavia, ciò è stato parzialmente compensato dai venti contrari derivanti dal consolidamento iniziale, come gli ammortamenti derivanti dall'allocazione del prezzo di acquisto e l'eliminazione degli utili intermedi, per un totale di circa 2,7 miliardi di euro. L'ammortamento derivante dall'allocazione del prezzo d'acquisto ha ridotto gli utili del terzo trimestre di 0,4 miliardi di euro.

Alla fine del terzo trimestre del 2022, il free cash flow del segmento Automotive ammontava a 9.876 milioni di euro (3° trimestre del 2021: 6.299 milioni di euro). Di questi, 5.011 milioni di euro provengono dal primo consolidamento di BMW Brilliance Automotive Ltd. A fine anno, il free cash flow del segmento Automotive dovrebbe ammontare ad almeno 10 miliardi di euro.

"Nel nostro segmento principale, stiamo facendo enormi progressi nella trasformazione verso la mobilità elettrica e la digitalizzazione. La solidità finanziaria del BMW Group è un requisito cruciale per un ampio sviluppo dell'azienda. L'azienda è in una posizione ideale per realizzare questo obiettivo", ha dichiarato giovedì a Monaco Nicolas Peter, membro del Consiglio di Amministrazione responsabile delle Finanze.

 

Il segmento motocicli continua ad aumentare le consegne

Il segmento moto ha beneficiato ancora una volta di una forte domanda nel terzo trimestre, registrando una solida crescita dei volumi di vendita e consegnando ai clienti 51.778 moto e scooter (T3/2021: 48.999 u./ +5,7%; YTD T3/2022: 159.333 u.; YTD T3/2021: 156.609 u./ +1,7%). I popolari modelli BMW GS e la nuova BMW CE 04 completamente elettrica sono stati tra i principali motori di vendita. I ricavi hanno registrato un solido aumento a 2.485 milioni di euro nel periodo di nove mesi (YTD Q3/2021: 2.262 milioni di euro/ +9,9%) e sono aumentati significativamente nel terzo trimestre (Q3/2022: 822 milioni di euro; Q3/2021:641 milioni di euro/ +28,2%).

BMW Motorrad ha aumentato significativamente il suo utile prima del risultato finanziario (EBIT) nel terzo trimestre, portandolo a 87 milioni di euro (T3/2021: 39 milioni di euro/ +123,1%; YTD T3/2022: 322 milioni di euro; YTD T3/2021: 323 milioni di euro/ -0,3%). Il margine EBIT è salito di conseguenza al 10,6% (T3/2021: 6,1%; YTD T3/2022: 13,0%; T3/2021: 14,3%/ -9,1%).

 

Il segmento dei servizi finanziari continua a beneficiare della stabilità del mercato delle auto usate

L'attività di finanziamento e leasing con i clienti retail ha registrato una tendenza al ribasso nel periodo in esame, con un totale di 1.178.286 nuovi contratti stipulati (YTD Q3/2021: 1.509.195 contratti/ -21,9%).

I motivi principali di questo calo sono stati l'aumento dei tassi di interesse in generale e i relativi aumenti di prezzo per i clienti, nonché l'intensa concorrenza nel settore dei servizi finanziari. Un ulteriore fattore è stata la limitata disponibilità di nuovi veicoli, dovuta alle continue difficoltà di fornitura di componenti per semiconduttori.

L'aumento dei prezzi nel settore automobilistico e il miglioramento del mix di prodotti hanno portato a un aumento del volume medio di finanziamenti per veicolo per l'attività di servizi finanziari nel periodo in esame, che ha parzialmente compensato il calo dei nuovi contratti. L'effetto positivo delle valute ha continuato ad avere un impatto positivo.

La percentuale di veicoli nuovi del BMW Group noleggiati o finanziati dal segmento dei servizi finanziari si è attestata al 42,4% alla fine del terzo trimestre (YTD Q3/2021: 50,7%/ 8,3%-punti).

Nel periodo in esame, il segmento dei servizi finanziari ha generato un utile al lordo delle imposte di 2.672 milioni di euro, in moderata diminuzione rispetto al massimo storico dello stesso periodo dell'anno precedente (T3/2021: 2.924 milioni di euro/ -8,6%). Il segmento ha beneficiato di un reddito elevato e sostenuto derivante dalla rivendita di veicoli a fine leasing, in particolare negli Stati Uniti, in Germania e nel Regno Unito. Alla luce delle incertezze geopolitiche e dell'indebolimento delle prospettive macroeconomiche, nel terzo trimestre l'azienda ha rilevato maggiori accantonamenti per rischi di credito, anche se il tasso di perdita effettivo è rimasto a un livello storicamente basso.

 

 

 

Il BMW Group conferma la guidance modificata in un contesto volatile

Nonostante il deterioramento delle condizioni macroeconomiche e la volatilità della situazione geopolitica, causata in gran parte dalla guerra in Ucraina e dalle relative sanzioni, il BMW Group ha confermato la propria guidance rettificata per l'anno in corso nel suo aggiornamento aziendale trimestrale alla fine del secondo trimestre.

Al momento l'azienda non prevede che le carenze di approvvigionamento energetico possano interrompere la produzione quest'anno. Presume che i costi dell'energia e dei materiali rimarranno ad un livello elevato nel quarto trimestre.

Gli elevati tassi di inflazione e gli aumenti dei tassi di interesse stanno causando un deterioramento delle condizioni dei consumatori, che si ripercuoterà sul loro comportamento di acquisto nei prossimi mesi. Anche il nostro portafoglio ordini, superiore alla media, dovrebbe quindi normalizzarsi, soprattutto in Europa.

Si prevede che il numero di consegne aumenterà significativamente nel quarto trimestre, rispetto al terzo trimestre del 2022.

Il BMW Group prevede che le consegne per l'intero anno saranno leggermente inferiori a quelle del 2021, anche se le vendite di veicoli completamente elettrici dovrebbero comunque raddoppiare.

Si può ora ipotizzare una moderata riduzione delle emissioni di CO2 nel parco auto nuovo dell'UE. Ciò è dovuto in gran parte all'aumento, superiore al previsto, della percentuale di consegne di veicoli elettrificati da parte del BMW Group.

L'azienda prevede che l'utile ante imposte del Gruppo sarà significativamente più alto, grazie al consolidamento completo di BBA e nonostante il leggero calo delle consegne rispetto all'anno precedente.

Il margine EBIT per il Segmento Automotive è ancora previsto nell'intervallo 7-9%. Gli effetti positivi sui prezzi e sul mix, uniti al continuo e robusto sviluppo dei mercati delle auto usate, dovrebbero parzialmente compensare il previsto leggero calo delle consegne e l'aumento dei prezzi delle materie prime e dell'energia. Anche il RoCE per il settore automobilistico dovrebbe rimanere nell'intervallo 14-19%.

Per l'intero anno si prevede un leggero aumento delle consegne per il segmento motocicli. Il margine EBIT dovrebbe rientrare nel nostro target dell'8-10% e il RoCE del segmento dovrebbe essere compreso tra il 19-24%.

Le previsioni per il Segmento Servizi Finanziari prevedono un aumento degli utili, sfruttando il continuo sviluppo positivo dei mercati delle auto usate, anche se l'aumento degli accantonamenti per i rischi di credito avrà un effetto frenante. Il rendimento del capitale proprio (RoE) dovrebbe essere compreso nell'intervallo 17-20%, rettificato in linea con l'annuncio del secondo trimestre. Dal punto di vista attuale, il Segmento Servizi Finanziari è adeguatamente preparato per i rischi di credito e di valore residuo.

Gli obiettivi sopra descritti saranno raggiunti con un numero di dipendenti significativamente più elevato, a seguito del consolidamento completo. La percentuale di donne in posizioni dirigenziali nel BMW Group dovrebbe aumentare leggermente, indipendentemente dall'aumento della partecipazione in BMW Brilliance.

Nicolas Peter: "Come costruttore premium globale, stiamo beneficiando ora più che mai del nostro posizionamento equilibrato nelle tre principali regioni del mondo: Europa, Americhe e Asia. Nel complesso, prevediamo che lo slancio positivo della nostra azienda continuerà anche nel 2023. I nostri prodotti attraenti e la crescente domanda di mobilità elettrica ci rendono ottimisti per il futuro".

 

* * *

 

Il BMW Group – in sintesi

Gen. – Set.
2022

Gen. - Set.
2021

Vari

azione %

Consegne ai clienti

 

 

 

 

Automotive

Unità

1.747.838

1.932.224

-9,5

Di cui: BMW

Unità

1.533.866

1.703.068

-9,9

 MINI

Unità

209.271

224.838

-6,9

 Rolls-Royce

Unità

4.701

4.318

8,9

Motocicli

Unità

159.333

156.609

1,7

 

 

 

 

 

Margine EBIT

Segmento Automotive

%

8,7

11,3

-23,0

Margine EBIT

Segmento Motocicli

%

13,0

14,3

-9,1

Margine EBT BMW Group 1

%

19,6

15,9

23,3

 

 

 

 

 

Ricavi

Milioni

di €

103.088

82.831

24,5

Di cui: Automotive

Milioni

di €

89.031

70.373

26,5

Motocicli

Milioni

di €

2.485

2.262

9,9

Servizi Finanziari

Milioni

di €

26.036

24.179

7,7

Altri

Milioni

di €

6

3

-

Eliminazioni

Milioni

di €

-14.470

-13.986

3,5

 

 

 

 

 

Profitti prima

del risultato finanziario

(EBIT)

Milioni

di €

10.499

10.913

-3,8

Di cui: Automotive

Milioni

di €

7.703

7.945

-3,0

Motocicli

Milioni

di €

322

323

-0,3

Servizi Finanziari

Milioni

di €

2.627

2.869

-8,4

Altri

Milioni

di €

-187

-3

-

Eliminazioni

Milioni

di €

34

-221

-

 

 

 

 

 

Profitti pre-tasse

(EBT)

Milioni

di €

20.256

13.153

54,0

Di cui: Automotive

Milioni

di €

15.909

9.656

64,8

Motocicli

Milioni

di €

326

324

0,6

Servizi Finanziari

Milioni

di €

2.672

2.924

-8,6

Altri

Milioni

di €

1.258

378

-

Eliminazioni

Milioni

di €

91

-129

-

 

 

 

 

 

Imposte sul reddito

Milioni

di €

-3.849

-2.946

30,7

Profitto netto

Milioni

di €

16.407

10.207

60,7

Utile per azione 

(common/preferred share)2

 €

23,88/23,89

15,38/15,39

55,3/55,2

Rapporto tra l'utile del Gruppo prima delle imposte e i ricavi del Gruppo

2 Azioni ordinarie/preferite. L'utile per azione privilegiata è calcolato distribuendo l'utile necessario a coprire il dividendo aggiuntivo di 0,02 euro per azione privilegiata proporzionalmente ai trimestri dell'esercizio corrispondente.

 

Il BMW Group – in sintesi

trimestre
2022

trimestre

2021

Varia

zione %

Consegne ai clienti

 

 

 

 

Automotive

Unità

587.744

593.177

-0,9

Di cui: BMW

Unità

517.638

524.858

-1,4

 MINI

Unità

68.596

66.990

2,4

 Rolls-Royce

Unità

1.510

1.329

13,6

Motocicli

Unità

51.778

48.999

5,7

 

 

 

 

 

Margine EBIT

Segmento Automotive

%

8,9

7,8

14,1

Margine EBIT

Segmento Motocicli

%

10,6

6,1

73,8

Margine EBT

BMW Group 1

%

11,0

12,4

-11,3

 

 

 

 

 

Ricavi

Milioni

di €

37.176

27.471

35,3

Di cui: Automotive

Milioni

di €

32.290

22.628

42,7

Motocicli

Milioni

di €

822

641

28,2

Servizi Finanziari

Milioni

di €

8.785

8.073

8,8

Altri

Milioni

di €

3

1

-

Eliminazioni

Milioni

di €

-4.724

-3.872

22,0

 

 

 

 

 

Profitti prima

del risultato

finanziario (EBIT)

Milioni

di €

3.682

2.883

27,7

Di cui: Automotive

Milioni

di €

2.873

1.756

63,6

Motocicli

Milioni

di €

87

39

-

Servizi Finanziari

Milioni

di €

679

974

-30,3

Altri

Milioni

di €

-13

2

-

Eliminazioni

Milioni

di €

56

112

-50,0

 

 

 

 

 

Profitti pre-tasse

(EBT)

Milioni

di €

4.100

3.417

20,0

Di cui: Automotive

Milioni

di €

2.963

2.130

39,1

Motocicli

Milioni

di €

89

40

-

Servizi Finanziari

Milioni

di €

691

988

-30,1

Altri

Milioni

di €

296

113

-

Eliminazioni

Milioni

di €

61

146

-58,2

 

 

 

 

 

Imposte sul reddito

Milioni

di €

-925

-833

11,0

Profitto netto

Milioni

di €

3.175

2.584

22,9

Utile per azione 

(common/preferred share)2

 €

4,25/4,25

3,89/3,89

9,3/9,3

1 Rapporto tra l'utile del Gruppo prima delle imposte e i ricavi del Gruppo

2 Azioni ordinarie/preferite. L'utile per azione privilegiata è calcolato distribuendo l'utile necessario a coprire il dividendo aggiuntivo di 0,02 euro per azione privilegiata proporzionalmente ai trimestri dell'esercizio corrispondente.

 

 

 

*: Dati di consumo/emissioni:

BMW iX3: consumo di energia in kWh/100 km combinato: 18,9-18,5 WLTP.

MINI Cooper SE: consumo di energia in kWh/100 km combinato: 17,6-15,3 WLTP, 16,9-14,9 NEDC.

BMW i7 xDrive60: Consumo di energia in kWh/100 km combinato: 19,6-18,4 WLTP.

BMW iX1 xDrive30: consumo di energia in kWh/100 km combinato: 18,1-16,8 WLTP.

BMW i4 eDrive35: consumo di energia in kWh/100 km combinato: 18,7-15,8 WLTP. 

 

 

GLOSSARIO - commenti esplicativi sugli indicatori chiave di performance

Consegne ai clienti
Un veicolo nuovo o usato viene registrato come consegna quando viene consegnato all'utente finale (che comprende anche i titolari di contratti di leasing stipulati con BMW Financial Services). Negli Stati Uniti e in Canada, gli utenti finali comprendono anche (1) i concessionari quando designano un veicolo come veicolo di servizio in prestito o dimostrativo e (2) i concessionari e altre terze parti quando acquistano un veicolo aziendale all'asta e i concessionari quando acquistano veicoli aziendali direttamente dal BMW Group. Le consegne possono essere effettuate da BMW AG, da una delle sue filiali internazionali, da un punto vendita del BMW Group o da concessionari indipendenti. La maggior parte delle consegne - e quindi la rendicontazione delle consegne al BMW Group - viene effettuata da concessionari indipendenti. Le consegne di veicoli al dettaglio durante un determinato periodo di riferimento non sono direttamente correlate ai ricavi che il BMW Group riconosce per quel particolare periodo di riferimento.

EBIT
Utile prima del risultato finanziario. L'utile prima del risultato finanziario comprende i ricavi meno il costo delle vendite, meno le spese di vendita e amministrative e più/meno gli altri proventi e oneri operativi netti.

Margine EBIT
Utile/perdita prima del risultato finanziario in percentuale dei ricavi.

EBT
EBIT più risultato finanziario.

RoCE
Rendimento del capitale investito (RoCE). Il RoCE nei settori Automotive e Motocicli è misurato sulla base dell'utile di settore prima del risultato finanziario e dell'importo medio del capitale impiegato - alla fine degli ultimi cinque trimestri - nel segmento in questione. Il capitale impiegato corrisponde alla somma di tutte le attività operative correnti e non correnti, meno le passività che generalmente non generano interessi.

RoE
Rendimento del capitale proprio (RoE). Il RoE del segmento Servizi finanziari è calcolato come l'utile del segmento al lordo delle imposte, diviso per l'importo medio del capitale proprio - alla fine degli ultimi cinque trimestri - attribuibile al segmento Servizi finanziari.

 

 

Per ulteriori informazioni:


Marco Di Gregorio                                                             

Corporate Communication Manager

Telefono: +39 0251610088

E-mail: marco.di-gregorio@bmw.it

Media website: www.press.bmwgroup.comhttp://bmw.lulop.com  

 

 

Il BMW Group

 

Con i suoi quattro marchi BMW, MINI, Rolls-Royce e BMW Motorrad, il BMW Group è il costruttore leader mondiale di auto e moto premium e offre anche servizi finanziari e di mobilità premium. Il BMW Group gestisce 31 stabilimenti di produzione e assemblaggio in 15 Paesi ed ha una rete di vendita globale in oltre 140 Paesi.

 

Nel 2021, il BMW Group ha venduto oltre 2,5 milioni di automobili e oltre 194.000 motocicli in tutto il mondo. L'utile al lordo delle imposte nell'esercizio finanziario 2021 è stato di 16,1 miliardi di Euro con ricavi per 111,2 miliardi di Euro. Al 31 dicembre 2021, il BMW Group contava un organico di 118.909 dipendenti.

 

Il successo del BMW Group si fonda da sempre su una visione di lungo periodo e su un’azione responsabile. L'azienda ha impostato la rotta per il futuro tempestivamente e pone costantemente la sostenibilità e la conservazione delle risorse al centro del proprio orientamento strategico, dalla catena di approvvigionamento attraverso la produzione fino alla fase di fine utilizzo di tutti i prodotti.

 

BMW Group Italia è presente nel nostro Paese da oltre 50 anni e vanta oggi 4 società che danno lavoro a 800 collaboratori. La filiale italiana è uno dei sei mercati principali a livello mondiale per la vendita di auto e moto del BMW Group.

 

www.bmwgroup.com

Facebook: http://www.facebook.com/BMWGroup

Twitter: http://twitter.com/BMWGroup

YouTube: http://www.youtube.com/BMWGroupView

Instagram: https://www.instagram.com/bmwgroup

LinkedIn: https://www.linkedin.com/company/bmw-group/

CO2 EMISSIONS & CONSUMPTION.

BMW iX3: Power consumption in kWh/100 km combined: 18.9-18.5 WLTP.

MINI Cooper SE: Power consumption in kWh/100 km combined: 17.6-15.3 WLTP, 16.9-14.9 NEDC.

BMW i7 xDrive60: Power consumption in kWh/100 km combined: 19.6-18.4 WLTP.

BMW iX1 xDrive30: Power consumption in kWh/100 km combined: 18.1-16.8 WLTP.

BMW i4 eDrive35: Power consumption in kWh/100 km combined: 18.7-15.8 WLTP.

Article Offline Attachments.

Article Media Material.

My.PressClub Registrare
 

BMW Group Streaming

BMW GROUP AT CES 2023.

Las Vegas. Here you can see the webcasts of the BMW Group Keynote at the CES 2023 and the Digital World Premiere of BMW i Vision Dee.

Open Streaming Page

CO2 emission information.

I consumi di carburante e le emissioni di CO2 riportati sono stati determinati sulla base delle disposizioni di cui al Regolamento CE n. 715/2007 nella versione applicabile al momento dellomologazione.

I dati si riferiscono ad un veicolo con configurazione base effettuata in Germania ed il range indicato considera le dimensioni diverse delle ruote e degli pneumatici selezionati.

I valori sopra indicati sono già stati determinati sulla base del nuovo Regolamento WLTP (Worldwide Harmonized Light Vehicles Test Procedure) e sono riportati in valori equivalenti NEDC al fine di garantire il confronto tra i veicoli.

Latest Facts & Figures.

Listino prezzi Nuove BMW X3 M e X4 M
18.01.2023
F97
Modelli M
Listino prezzi Nuova BMW XM
18.01.2023
G09
Modelli M
Listino prezzi Nuova BMW X7
18.01.2023
G07
Listini
Listino prezzi Nuova BMW Serie 7
18.01.2023
G12 LCI
Affari istituzionali
Show all

Add your filter tags.

Comunicati Stampa
Press Kit
Discorso
Fact & Figures
Updates
Top-Topic
Submit filter
Clear all
 
Sun
Mon
Tue
Wed
Thu
Fri
Sat
 
Registrare